EICMA 2017

EICMA 2017

EICMA 2017

EICMA 2017 – Alla 75° edizione del Salone Internazionale del Motociclo c’ero anche io!

Finalmente!

Da quando è iniziato il mio amore per i motori ho visitato per tanti anni il Motorshow di Bologna, ma da quando il fulcro del settore motociclistico si è spostato prettamente all’Eicma, nei miei sogni c’era l’Eicma!

Ci ho messo un po’. In realtà ci ho messo un bel po’ di anni prima di riuscire a visitare il mio primo Eicma! Un viaggio di adrenalina e stanchezza tanta, ma che io non ho sentito davvero.

Partita alle 04.10 del mattino dal mio paese in provincia di Roma con la “corriera extraurbana”, arrivo nella rinnovata stazione di Roma Tiburtina per prendere Italo delle 05.53 … Immersa nei pendolari che prendono il primo autobus per arrivare in città, mi sentivo già un’aliena. Ma … una volta sul binario mi sono sentita a casa perché gran parte dei viaggiatori assonnati che stavano insieme a me al binario 12, andavano a Eicma!

Inutile dire che viaggiare su questi treni ad alta velocità è come stare nel salotto di casa ad ascoltare musica o vedere un film. Quasi tutti dormivano, io guardavo fuori dal finestrino … Fino a Firenze S.M.N quando un bel gruppetto di rivenditori si sono seduti nei sedili vicini al mio. Parlavano di moto, di ricambi, di contratti e di questo o quel fornitore … io sogghignavo a pensare che io di quegli argomenti ne so un bel po’.

Poi il mio cellulare squilla e nemmeno a dirlo, il motore Ferrari che romba dalla mia suoneria desta i rivenditori che mi guardano e apostrofano un “anche tu all’Eicma?” … eh sì anche io e lo potevo dire a voce alta. Il resto del viaggio è stato tutto un discorso su SBK, Moto GP, Formula 1 e così sono arrivata a Rho-Fiera alle 09.30. Seguendo indicazioni e flusso delle persone, i 25 minuti di cammino sotterraneo che portano all’entrata della Fiera non mi sono pesati e arrivata davanti alla Security con uno zaino grosso così, potevo solo sorridere perché oltre il grosso body guard, c’era il mio mondo … i padiglioni con le moto !!

Il mio pass stampa con QR Code mi lascia passare senza problemi ed il resto è solo una lunga giornata tra padiglioni PIENI di moto, ricambi, accessori e tutto ciò che si può immaginare sul mondo motociclistico.

Sbalordita decido di iniziare dall’ultimo padiglione, il 22, per poi fare meno strada al rientro avvicinandomi all’uscita (e ad altri 25 minuti di cammino per il treno) e mi trovo subito davanti Chaz Davies e poi Jorge Lorenzo e poi Andrea Dovizioso (che il week end successivo si sarebbe giocato il titolo mondiale con Marc Marquez) e poi Jonathan Rea e poi Tom Sykes … e poi il tempo è scaduto e sono dovuta rientrare con in tasca tante foto, tanta gioia e un arrivederci (speriamo…) a Eicma 2018!

 

Guarda la mia foto-gallery : QUI

Foto ileanavalente.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *